La nostra storia

la_nostra_storia_1

Prova altla_nostra_storia_2

Il Teatro Sociale di Como fu inaugurato il 28 agosto del 1813. Fu edificato da Giuseppe Cusi sull’area dell’antico Castello della Torre Rotonda per volontà della Società dei Palchettisti.
Per problemi statici, non fu subito ultimato il fronte meridionale del Teatro e fu incaricato il massimo architetto di teatri dell’epoca Luigi Canonica, che portò a termine la costruzione nel 1821 poi coperta negli anni trenta del secolo scorso da una torre scenica su progetto dell’ing. Carlo Ponci. Nel 2010 è stata demolita la torre scenica e ora la facciata meridionale del teatro ha recuperato il suo originario splendore.
La storia del Teatro si intreccia con quella della Società Palchettisti che aveva finanziato la costruzione dell’opera, e che nel 1754 aveva già fatto realizzare un teatro di legno molto piccolo nel Broletto.
Nel 1899 in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’invenzione della pila di Alessandro Volta fu introdotto il nuovo sistema di illuminazione nel Teatro e nelle Sale del ridotto, atto a stimolare nello spettatore una nuova ed inedita percezione della scena.
I palchettisti sono sempre stati , e lo sono ancora, i proprietari del Teatro , cosa abbastanza rara per i teatri in Italia.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, Società Palchettisti del Teatro Sociale di Como utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi